Rende, cosa vedere. Itinerari in Calabria

Torna a:

Dintorni

Rende

Suggestivo borgo medievale che svetta su un colle panoramico ...

Situato a circa 50 km dal nostro hotel, Rende è un suggestivo borgo medievale che svetta su un colle panoramico, tra i torrenti Surdo ed Emoli, ed è confinante con la città di Cosenza. Considerato un gioiello nel vero senso della parola, Rende è ricco di monumenti e luoghi d’interesse da scoprire. Chiamata Arunzia prima, Arintha poi, diventa luogo fortificato romano, per poi ampliarsi e svilupparsi a livello collinare. Centro feudale fino al XVIII secolo, subì il dominio d’Angiò, divenne feudo degli Adorno, e poi possedimento della famiglia Alarcòn y de Mendoza. Di particolare interesse è il suo centro storico caratterizzato da strette viuzze, scalinate e da un'ampia vista panoramica, uno dei più belli dell'intera Calabria.

Il monumento simbolo di questo delizioso borgo è il Castello, di origine normanno-sveva dell’XI secolo, che si erge imponente sulla cittadina. Oggi sede del Municipio ed interamente visitabile, il castello fu costruito nel 1095 per ordine di Boemondo d’Altavilla, che lo elesse come propria base prima di partire per la prima crociata nell’agosto del 1096. Passeggiando per le strade di Rende è possibile ammirare un gran numero di edifici religiosi, tra i quali si segnalano: la Chiesa del Ritiro, graziosa costruzione dell’XII secolo in cui sono custodite pregevoli opere d’arte di pittori e scultori locali; la Chiesa del Rosario, dalla facciata barocca in pietra lavorata e la cui cupola è illuminata da imponenti finestroni; la Chiesa di San Carlo Borromeo, dove sono di notevole fattura le immagini del percorso di Gesù; la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, con l’annesso convento, risalente al 1500 e restaurata più volte; la Chiesa matrice di Santa Maria Maggiore, al cui interno è possibile ammirare dipinti di Cristoforo Santanna, Giuseppe Pascaletti e Giuseppe Grana; e il Santuario della Madonna di Costantinopoli, Patrona della città, che a dispetto della scarna facciata custodisce un pregevole tesoro di arte sacra al suo interno.

Rende è conosciuta anche come "Borgo dei Musei" e "Cittadella d'Arte" per il gran numero di strutture museali presenti nel suo territorio, tra le quali spicca il MAON - Museo d'Arte dell'Otto e Novecento ospitato a Palazzo Vitari. Al suo interno, attorno al nucleo di quadri di Achille Capizzano, è raccolta la produzione di una cinquantina di artisti calabresi tra i più rappresentativi del Novecento, tra i quali spiccano: Mimmo Rotella, Luigi Di Sarro, Antonio Violetta, Giuseppe Gallo, Alfredo Pirri e Luigi Magli, solo per citarne alcuni. Tra gli altri musei si segnalano: il Museo Civico allestito nell’antico Palazzo Zagarese, che vanta una vasta collezione di oggetti di notevole interesse; il Museo di Arte Contemporanea Roberto Bilotti Ruggi d'Aragona, dove si viene avvolti da una spirale di emozioni ed espressioni artistiche tra le più varie, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia alle installazioni; il Museo del Presente, centro polivalente di attività culturali ed espressioni artistiche di ogni genere; e il Museo della Ceramica di Calabria, che racconta la storia della Calabria attraverso reperti dalle origini alle espressioni della Magna Grecia.

Una meta per le tue prossime vacanze?

Il mare di Amantea

Prenota subito