en
Catanzaro, cosa vedere. Itinerari in Calabria

Torna a:

Dintorni

Catanzaro

Una città particolarmente interessante da visitare, che sa svelare bellezze nascoste a chi voglia scoprirle ...

Situata a poco più di 60 km dal nostro hotel, Catanzaro è una città particolarmente interessante da visitare, che sa svelare bellezze nascoste a chi voglia scoprirle: chiese, palazzi, musei e tanto altro. La città è conosciuta come la "Città tra due mari", in quanto posizionata nell’istmo di Catanzaro, ovvero la striscia di terra più stretta d’Italia, dove soli 30 km separano il mar Ionio dal mar Tirreno. Anticamente era invece conosciuta come la "Città delle tre V" in riferimento a tre sue caratteristiche: V di San Vitaliano, santo patrono; V di vento, perché costantemente rinfrescata da forti brezze; e V di velluto, perché fu importante centro serico fin dai tempi dei Bizantini.

È detta inoltre "Città dei tre colli" in quanto il suo nucleo originario sorge su uno sperone roccioso denominato Trivonà, composto da tre colli: il colle di San Trifone (oggi San Rocco), il colle del Vescovato (oggi Piazza Duomo), e il colle del Castello (oggi San Giovanni). Fondata come borgo fortificato dai Bizantini intorno al sec. IX, dominata dagli Arabi, dai Normanni e dagli Spagnoli, Catanzaro fu nominata per la prima volta dallo storico antico Polibio nelle sue "Storie", dove la descriveva come un antico centro greco posto su uno sperone roccioso dal quale era possibile vedere l’intero Scilletinico, l’attuale Golfo di Squillace. La città, già nel nome, mostra le sue origini bizantine, infatti, esso deriva dal bizantino katantza'rion che significa città posta sotto un rilievo terrazzato.

Particolarmente suggestivo è il suo centro storico, il quale incarna le tradizioni e l'architettura di tutte le popolazioni che nel corso dei secoli hanno contribuito alla costruzione della città. Uno dei monumenti principali di Catanzaro è sicuramente il Duomo, che sorge sulla piazza omonima ed ha una storia lunga e travagliata. Originario del 1121, in piena epoca normanna, fu ricostruito nel dopoguerra. Tra gli altri edifici religiosi spiccano: la Basilica dell'Immacolata, edificata nel XIII secolo e anch'essa più volte rimaneggiata durante i secoli XVIII e XX; il Complesso di San Giovanni risalente ai secoli XV-XVI, posto sul colle più alto della città, in corrispondenza dei resti dell'antico Castello normanno; la Chiesa dell'Osservanza, conosciuta anche come Chiesa di Santa Teresa e risalente al XVI secolo; e la Chiesa di Santa Maria del Carmine, edificata nel XVII secolo e rimaneggiata nel secolo seguente.

La città è ricca anche di pregevoli palazzi storici, in passato sede delle famiglie potenti della città e dalle quali prendono il nome, che si caratterizzano per i saloni affrescati fastosamente e i pregevoli dettagli. Tra questi si segnalano: Palazzo Alemanni, Palazzo Anania, Palazzo Doria, Palazzo Ferrari - De Riso, Palazzo Mancusi, Palazzo Menichini e Palazzo Rocca - Grimaldi. Meritano una visita anche: il Ponte Bisantis, realizzato oltre 50 anni fa dall’ingegnere Riccardo Morandi e considerato uno dei simboli di Catanzaro; Villa Margherita, già Villa Trieste, così denominata in onore della regina che la inaugurò nel 1881; il Parco della Biodiversità Mediterranea, straordinario parco dedicato alla flora e fauna tipiche dell'area mediterranea; e il Parco Archeologico di Scolacium, l’antica città di Squillace, la greca Skylletion, della quale gli scavi hanno riportato alla luce numerosi reperti archeologici.

Per quanto riguarda i Musei, a Catanzaro ce ne sono dei più vari e disparati, tra i quali vanno segnalati: il Museo Delle Arti di Catanzaro - MARCA, dove sono ospitate collezioni di vario genere, facenti capo all'arte antica come all'arte contemporanea; il Museo Diocesano d’Arte Sacra - MUDAS, ospitato all’interno del Palazzo Episcopale, dove è possibile ammirare opere provenienti dalle chiese della città; il Museo Archeologico Provinciale, con una vasta collezione di monete e reperti preistorici; il Museo delle Carrozze, che documenta l'evoluzione dei mezzi di trasporto non motorizzati; e la Casa della Memoria Mimmo Rotella, la casa natale dell'artista calabrese ed in particolare la casa materna di Mimmo Rotella, la famosa modista e creatrice di cappelli della città.

Una meta per le tue prossime vacanze?

Il mare di Amantea

Prenota subito